webcam
Condividi
Home » Educazione ambientale » Per le Scuole » Progetti Speciali

Un territorio disegnato dall'Acqua (cod. 9.3)

L'evoluzione del rapporto uomo-acqua-territorio nella storia, nel lavoro, nella società contadina della pianura reggiana

Destinatari: secondo ciclo scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Struttura: Modulo A - incontro in aula, visita di 1/2g (4 ore) al Museo Cervi, nella Riserva Fontanili di Corte Valle Re e all'impianto del Consorzio di Bonifica "Valle Re"
Modulo B - visita di 1 giornata al Museo Cervi, nella Riserva Fontanili di Corte Valle Re e agli impianti del Consorzio di Bonifica "Valle Re" e "Casa Cervi"

L'importanza di fontanili nel contesto della pianura reggiana è testimoniata da documenti e mappe: una fitta rete di canali, laghi e risorgive le cui acque venivano sfruttate nel passato per l'irrigazione di prati e risaie. A questi ambienti si aggiunge il reticolo di canali irrigui e di scolo realizzati allo scopo di liberare dalle acque ben 250.000 biolche di terreni rendendoli coltivabili. Già alla fine dell'800 queste vie d'acqua sono state affidate in concessione al Consorzio di Bonifica Bentivoglio, un ente che ha reso possibile l'arrivo delle acque in molte zone attraverso complesse opere di ingegneria idraulica. Questo pregevole ecosistema agricolo-planiziale è rimasto immutato fino agli anni '60-'70 del secolo scorso e poi fortemente modificato dalla meccanizzazione dell'agricoltura con l'intensificazione delle colture e una semplificazione del paesaggio.

Finalità
Incentivare l'attività di conoscenza, promozione e uso sostenibile del territorio; valorizzare il patrimonio naturalistico, ambientale, storico e culturale della riserva dei fontanili attraverso un'analisi dei cambiamenti del paesaggio avvenuti in seguito alla riorganizzazione del territorio, della società, dell'industria e dell'economia agraria.

Attività
Con questa proposta si intende realizzare un percorso di lettura dell'evoluzione del rapporto uomo-acqua-territorio nel contesto agricolo della pianura reggiana attraverso:

  • Un incontro preliminare (in classe o presso il Museo Cervi) condotto dal personale degli enti coinvolti nel progetto, per fornire informazioni generali e strumenti utili ad approfondire i temi legati agli usi e alla gestione della risorsa idrica nel passato e nella società contemporanea;
  • Una visita a tappe sul territorio per scoprire realtà differenti in grado di fornire differenti chiavi di lettura dell'evoluzione del paesaggio agrario. Il percorso prevede: a) un incontro all'Istituto A. Cervi e al Museo Cervi per conoscere una realtà che, per la sua particolare vicenda famigliare, è legata alla cultura contadina e alla storia del paesaggio agrario; b) la visita alla Riserva dei Fontanili per comprendere il ruolo di questi ambienti di acqua dolce nel passato ed al giorno d'oggi c) visita agli impianti di sollevamento delle acque (Valle Re e Case Cervi) gestiti per scopi irrigui e di scolo dal Consorzio di Bonifica dell'Emilia Centrale.

A supporto della proposta gli insegnanti avranno a disposizione materiale d'approfondimento (video e schede) sui temi trattati.


(foto di Archivio Ente Parchi Emilia Centrale)
Scheda prenotazioni
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
2020 © Parchi Emilia Centrale - Tutti i diritti riservati
ENTE DI GESTIONE PER I PARCHI E LA BIODIVERSITÀ EMILIA CENTRALE
Sede legale: Viale Martiri della Libertà 34 – 41121 Modena
C.F. 94164020367 • Part. IVA 03435780360
tel 059 209311 • cell 348 5219711 • fax 059 209803
info@parchiemiliacentrale.it • protocollo@pec.parchiemiliacentrale.it
Dichiarazione di accessibilità